Waterspin

I nostri Partners

COSA FACCIAMO


Suez con oltre 150 anni di storia nel campo delle acque reflue e potabili, Suez è oggi uno dei maggiori player mondiali nella produzione di membrane a fibre cave in PVDF/PES e dispositivi di ultrafiltrazione per il trattamento e il riuso delle acque sia nel mercato pubblico che in quello industriale e fra i primi produttori di membrane di aerazione per acque reflue progettate per implementare le capacità di trattamento di impianti esistenti.

COSA FACCIAMO

Biowater Technology AS è una società Norvegese specializzata nella progettazione e costruzione di biomedia per il supporto alla crescita di biomassa adesa (biofilm carriers) per applicazioni MBBR (Moving Bed Biological Reactor) e IFAS (Integrated Fixed-Film Activated Sludge).

COSA FACCIAMO


CREATECH360 è una società spagnola con sede a Vic, nei pressi di Barcellona, specializzata nel controllo di processo e nell’ottimizzazione delle prestazioni e dei consumi elettrici di impianti di depurazione per reflui civili ed industriali.

La società ha messo a punto una piattaforma di controllo avanzato che gestisce e ottimizza in tempo reale gli stadi di trattamento di un impianto di depurazione basandosi su una combinazione di modelli matematici e logiche di controllo avanzate che garantiscono un più efficace monitoraggio del sistema e un risparmio energetico direttamente misurabile.

COSA FACCIAMO

Biogill è una società australiana costituita nel 2009 con l’obiettivo di commercializzare una tecnologia sviluppata alcuni anni prima dalla ANSTO (Australian Nuclear Science and Technology Organization), un’organizzazione australiana e agenzia di ricerca del Commonwealth specializzata nella ricerca in campo nucleare, basata su di una interessante proprietà ad agire come superficie di scambio presentata da alcuni nanomateriali , ottenuti durante la costruzione di rocce sintetiche per la conservazione dei rifiuti radioattivi.

COSA FACCIAMO


Arvia Technology è una società inglese nata nel 2007 da uno spin-off dell’università di Manchester che effettuava studi e ricerche nel campo dell’industria nucleare. Dal 2017 il business principale della società è sostanzialmente rivolto ad applicazioni industriali terziarie, ovvero stadi di affinamento di reflui già pretrattati con altre tecnologie ma in cui sia richiesta l’ulteriore rimozione di inquinanti specifici, o inquinanti emergenti, altrimenti non eliminabili come antibiotici, benzodiazepine, COD refrattari e colore.